18:28

Partenza per Parigi 27 Settembre '08

L'idea di partire per Parigi mi emozionava, era da quasi un anno che non viaggiavamo. L'unica cosa che ogni volta che parto mi lascian un pochino in agitazione è lasciare i pargoli pelosi dai nonni, ma si sa sono una mamma molto apprensiva. L'aereo da Cagliari per Malpensa era alle 12.00, quindi ci siamo alzati in tutta calma ed abbiamo portato i bambini dai nonni e poi in marcia verso l'aeroporto. Dopo aver mangiato un panino costosetto al bar dell'aeroporto, ci siamo imbarcati. Il volo è stato tranquillissimo e poi non vedevo l'ora di arrivare a Milano per prendere il volo che ci portava a Parigi. A Milano siamo arrivati puntuali, ma purtroppo l'aereo di easyjet per Parigi ha fatto un bel pò di ritardo. Non sapevamo come passare il tempo! Non volevo comprarmi un giornale, memore del viaggio in Giappone, dove il mio vanity ha decisamente pesato in valigia. Fortuna che sia io che Andre eravamo forniti di ipod e macchina fotografica. All'aeroporto c'era un uomo che mi ricordava l'uomo pecora di Murakami, chissà se era lui....



A tarda sera siamo finalmente arrivati all'aeroporto Charles De Gaulle ed abbiamo preso una navetta che portava direttamente all'Operà. Arrivati all'Operà, che ho immortalato subito con alcune foto (almeno una doveva uscire bene no?), è iniziata a venirmi la fobia dello scippo che purtroppo mi ha accompagnato per tutto il viaggio parigino.

Opéra National de Paris

Per arrivare all'albergo abbiamo preso la metro sino alla Rue del Commercio (il giorno seguente abbiamo scoperto che avevamo una fermata a 10 passi dall'albergo) e poi una passeggiata a piedi. L'albergo, un due stelle, è dignitoso e pulito, peccato che il bagno fosse piccolissimo. La doccia era così piccola che non ci si poteva girare. Il letto sembrava una piazza e mezzo, ma ci si dormiva abbastanza bene. Visto il lungo viaggio e l'ora tarda siamo andati subito a letto.

0 commenti:

Related Posts with Thumbnails